Loading...

Fatti per le imprese

La Orthodox Union, leader mondiale nella certificazione, ha incontrato le imprese Cna e spiegato le opportunità di mercato

I cibi “kosher” fanno business nel mondo

Negli Stati Uniti oltre 12 milioni di consumatori acquistano prodotti “kosher”, ovvero prodotti idonei ad essere consumati secondo le regole alimentari della religione ebraica stabilite nella Torah. Dal 2008 questo mercato cresce del 10% all’anno.
Ma perché un prodotto rispetti queste regole, deve avere una rigorosa certificazione. Una delle più grandi organizzazioni specializzate nella certificazione “kosher” è la Orthodox Union, il 70% dei prodotti certificati “kosher” nel mondo hanno il bollo di approvazione di questa organizzazione, nata nel lontano 1898.
I rappresentanti della Orthodox Union, grazie alla Camera di Commercio Italiana a New York, lo scorso 10 maggio hanno incontrato le imprese Cna insieme all’ufficio estero e area Made in Italy di Cna Bologna. Era presente Federico Tozzi, Segretario della Camera di Commercio Italiana a New York. Da un lato gli esperti di Orthodox Union hanno spiegato la loro attività che può essere utilizzata dalle piccole imprese alimentari bolognesi, dall’altro hanno evidenziato i notevoli sbocchi commerciali che possono avere i prodotti “kosher” in particolare negli Usa, ma anche in tutta Europa e perfino in Cina. Considerando quanto è apprezzato il cibo Made in Italy in tutto il mondo, Usa in particolare, la possibilità di una certificazione “kosher” può essere dunque un grande vantaggio competitivo per chi pensa o sta già facendo l’esportazione dei propri prodotti alimentari negli Stati Uniti e nel mondo.
Come hanno spiegato gli esperti della Orthodox Union, i cibi “kosher” non vengono consumati solo da chi segue la religione ebraica. Perché, come hanno rilevato da una loro indagine, il 53% acquista “kosher” per motivi “salutistici”, il 38% perché vegetariani, il 35% ne apprezza il sapore e la qualità, il 40% per motivi religiosi. Dunque sono numerosi i grandi marchi del food che si sono certificati con la Orthodox Union, ma è stato spiegato che anche una piccola impresa può trarne vantaggio, sia rivolgendosi alle grandi catene di supermercato che ai piccoli dettaglianti.
Sono 55 i rabbini che per la Orthodox Union certificano i prodotti in tutto il mondo, Italia compresa.

Per ulteriori informazioni: Ufficio Estero Cna Bologna ufficioestero@bo.cna.it